TARANTO IN CERCA DI IDEE IDEE IDEE…FINO A QUANDO?

A Taranto e’ caccia all’idea.Un’ idea per mettere sulla stessa linea ambientalisti e operai,un’idea per far ripartire il calcio dopo il bluff della gestione D’Addario,un’idea per il porto paragonato a Rotterdam in prospettive future,un’idea per alleanze in consiglio comunale per portare tranquillita’ a una politica dove l’ombra dei fantasmi del passato ancora e’ presente,un’idea per sviluppare attrattiva per il turismo mai decollato.
Voi direte troppe idee e niente di concreto.
Si e’ vero.E’ questa la malattia che attanaglia questa citta’ del mezzogiorno,dell’estremo sud che offre paesaggi stupendi ma poco  redditizzi per un’intera comunita’ e che e’ violentata dall’inquinamento.
Taranto forse e’ al bivio di una decisione importante per il suo futuro:la chiusura dell’area a caldo dell’Ilva e il cambio di rotta in tematica ambientale.
Ma e’ anche vero che la bonifica,se cio’ dovesse avvenire,richiederebbe soldi,molti soldi e,visto Bagnoli,non si e’ sicuri dell’effetto finale positivo.
Allora giu’ con le idee,con i progetti e le parole,tante parole.
I fatti ci dicono di una citta’ allo sbando socialmente e abbandonata dai giovani che,in essa,non vedono futuro.
L’errore madornale di incentrare l’anima di questa citta’ in due cose,marina militare e industria,e’ stato cruciale.
Ha bloccato lo sviluppo di altre opportunita’ in altri settori e ha ucciso anche l’incremento della cultura e dei suoi spazi.
Taranto e’ ferma indietro di molti anni.E’ in ritardo su tutto,sull’innovazione tecnologica usufruibile dalla stessa comunita’(servizi comunali per esempio)e da un piano urbanistico che smorza le possibili vie di comunicazione tra una parte e l’altra della citta’.
Socialmente e’ scesa di molto,poiche’ mancando di spazi cultura,ha difficolta’ a ritagliarsi momenti di aggregazione e scambio di idee comuni.
Cinema,teatri mancano e con essi possibili scambi culturali anche internazionali.
I soliti spettacoli estivi nella Villa Peripato,in mano ai vandali,non offrono granche’ solo remake di scene gia’ vissute.
Tra poco partiro’,in Molise.Terra antica e dai sapori unici.So gia’ che andando via rimpiangero’ cio’ che lascero’,peccato che sia cosi’.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...