LA BOMBA ILVA SULLE DECISIONI DEL GOVERNO.

L’Ilva deve fermarsi per poter adeguare tecnicamente gli impianti cosi’ da poter far diminuire l’inquinamento.
L’azienda vuole continuare ad investire su Taranto,investendo in procedure valide per abbattere i fumi ma nello stesso tempo vuole scongiurare possibili stop e relativi problemi ai lavoratori.
Gli ambientalisti non stanno a guardare e anzi,dopo il colloquio con Clini,riconfermano il  no alla nuova AIA e anzi denunciano piu’ attenzione da parte del governo verso la produzione che non verso le patologie crescenti sul territorio.
Ricordano come gli impianti di Genova siano uguali a quelli di Taranto,dove ci fu’ il fermo e quindi si dovrebbero  usaregli  stessi pesi di valutazione.
Uno scontro tra chi vuole tutelare l’ambiente e chi vuole tutelare i lavoratori.
Ambientalisti spaccati in due e problemi sociali che si aggravano sul territorio in caso di gravi e drastiche decisioni.
Una via di mezzo potrebbe essere la nuova autorizzazione ambientale(AIA)che dovrebbe in teoria monitorare con piu’ attenzione i valori fuori norma e che dovrebbe anche avvalorarsi di tecnologia innovativa sull’impianto stesso.
Adesso bisogna vedere se il governo sara’ in grado di saper gestire questa pentola a pressione e saper garantire regolari processi di lavoro abbinati alla salvaguardia della salute pubblica.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...