E ADESSO CHI PIANGERA’ BERLUSCONI?ALCUNE IDEE….

Va via Berlusconi lasciando al nuovo PDL che verra’,o chi per lui,ricordi belli e vergogne che rimarranno nella storia della nostra Repubblica e non.
Lo scettro sara’ affidato a un modo copiato dal nemico PD,le primarie,e che sembrerebbe mettere tutti  sullo stesso piano ai nastri di partenza.
Ma come dice anche don Giorgio De Capitani,se il futuro e’ la Santanche’,siamo messi male.
Questo ricambio generazionale paventato dagli ex leader e auspicato da tutti,alla fine si risolvera’ a un vecchio remake di qualche  film gia’ visto e gli elettori se saranno furbi capiranno l’inganno e saranno dolori.
Un po’ ci manchera’ il caimano per le sue esternazioni e a perdere titoloni saranno i giornali che da oggi in avanti dovranno per forza di cose badare al contenuto dei programmi dei partiti e dei futuri segretari a danno del gossip tanto di moda nel ventennio berlusconiano.
Sara’,come predigono in molti,Grillo a fare il salto di qualita’ numericamente parlando e si proporra’ come seconda forza nel panorama italiano senza che lui,il Beppe ribelle,sia leader a furor di popolo.
Si perche’ la vera forza del M5S e’ la coesione di tutti senza avere un capobranco ufficiale ma tanti segugi(scusatemi il paragone ma vi rendera’ l’idea…)pronti a colpire i comuni e le poltrone istituzionali.
La forza del partito ad personam sembrerebbe ridimensionarsi con l’addio di Berlusconi,almeno per la destra,aprendo nuove frontiere di dialogo a quel settore dell’Italia che nel cavaliere si identificava e che dopo,per i suoi peccati,si e’ allontanata nel seguirlo.
Silvio adesso che fara’ e cosa accadra’ nel nuovo panorama politico italiano?
Tutto stara’ al PD che ora piu’ che mai senza l’eterno rivale ha la strada spianata ma deve stare attento ai grillini che intanto in Sicilia nelle assemblee dei comizi pubblici,fanno piu’ numero di Bersani e soci.
 
Annunci

6 pensieri su “E ADESSO CHI PIANGERA’ BERLUSCONI?ALCUNE IDEE….

  1. Concordo assolutamente, il Pdl volente o nolente era solo Berlusconi. Ormai, anche con le primarie, il Pdl si dissolverà, è un partito morto che non rappresenta più nessuno. L’inganno è durato abbastanza ora è finito, e come dici tu per il Pd è l’ultima occasione per fare vedere di che pasta è fatto. Io su chi voterei alle primarie del Pd ho le mie idee. Su quelle del Pdl basta vedere le facce di questi buffoni: ma chi li vota? Berlusconi lo votavano i vecchi lobotomizzati dalle sue telenovelas e dai suoi programmi su Mediaset. Ormai…La cosa che mi da piu fastidio è che ogni volta che annuncia il suo ritiro lo fa come se facesse un atto di generosità. Certo ci fai un piacere a tutti, ma era meglio se non devastavi l’Italia con la tua manica di corrotti!

    • Grazie Marco per aver letto il post.Si i partiti ad personam non pagano piu’ e allora il caimano tira l’ancora e salpa per mari lontani,chissa’ se per sempre.Per Bersani e soci e’ l’occasione d’oro,ma e’ triste vedere che il vecchio PCI vinca senza avversari reali.Be no uno c’e’,Grillo.E’ questa anche la risposta che l’Italia dara’ ai partiti,piu’ movimenti e meno partiti costruiti a misura di leader,ora Berlusconi,domani Bersani o Renzi.Ma attenzione a una mina vagante.l’astensionismo che dara’ punti al PD e a M5S.
      Ciao e a presto,Luca.

      • Esatto, l’analisi sull’astensionismo è precisa, ed i partiti costruiti su misura dei leader non funzionano più, e da questo punto di vista è vero che il Movimento cinque stelle parte dal basso. Però a questo proposito, non credi che anche per come lo intende Bersani, anche il Pd sia un partito fortunatamente decente, cioé non legato ad una personalità? Certo, proprio questa sua caratteristica gli consente spensierate e confuse alleanze, ora a centro, ora a sinistra, ora con Idv, e questo è un problema da chiarire.

  2. Sai Marco che per come Bersani ha difeso la poltrona futura per la nomina a segretario,dopo l’attacco sferrato da Renzi,credo che anche il PD sia da annoverare tra i partiti ad personam pero’ piu’ soft diciamo,proprio per le alleanze che crea e che fa credere,cosi’ facendo, di allargare un patto democratico su piu’ fronti per rendere il PD stesso polivalente nello scacchiere italiano.Alla fine rimpiangiamo sempre e solo i veri leader di una volta come Berlinguer….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...