IL POLLAIO DELLA POLITICA….OVVERO I POLLI SIAMO NOI?

Ma e’ Grillo il rompic….di turno oppure sono vecchi i politici attuali?

Si puo’ avere paura di lui come un possibile giustiziere della politica vecchia,oppure sara’ un flop populista?

Vi sono alcuni aspetti di questa tornata elettorale che mi danno da pensare.

Primo appunto:la lista Ingroia e quella di Grillo sono l’emblema della piazza che protesta,come lo fu’ il partito di Di Pietro anni fa.

Un magistrato che combatte la mafia come puo’ servire un elettorato se non tutelandolo dagli imbroglioni di turno?

E allora e’ questo il compito di Ingroia,l’uomo che dall’alto della sua onesta’ dovra’ vigilare su di noi,da quegli inciuci di potere che con Berlusconi ,ci hanno derubato la credibilita’ agli occhi dell’Europa intera.

Ma cio’ non dovrebbe farlo anche Grillo?

Quindi Ingroia un copione di Grillo?

Avessero deciso di mettersi assieme avremmo avuto piu’ potere di difesa in Parlamento e invece,loro i due Masaniello,si trovano con ideologie diverse e compiti simili.

Vincera’ alla fine il PD vecchio di uomini ma con la sua storia che lo salvera’.

La storia e’ quella dell’antico dualismo con la destra,quella destra che annaspa e cerca di salire la china vendendo fumo.

Bersani avra’ il potere in mano,ma avra’ anche da gestire malumori di quella parte d’ Italia disillusa da promesse anche della sinistra e che tra astensionismo e voto di protesta(Rivoluzione civile\M5S)sara’ decisiva specialmente al senato.

Un gran casino quindi,ma una certezza:troppi polli nel pollaio crano malumore e alla fine il vincitore sara’ forse il contadino che avra’ molta carne da vendere e fare soldi..

Indovinate chi e’ il contadino?

Ma il politico stesso che guadagnera’ sempre alle nostre spalle e dira’ che alla fine il voto e’ stato fatto in democrazia e che quindi loro,i politici,ci rappresentano…

polli

Un pensiero su “IL POLLAIO DELLA POLITICA….OVVERO I POLLI SIAMO NOI?

  1. Ciao, Luca. Condivido il ruolo che attribuisci ad Ingroia ed al M5S. Nutro forti dubbi invece sul Pd: Bersani anche oggi ha confermato il suo ruolo subalterno a Monti come ha fatto già nei 13e mesi del suo governo e ciò è l’esatta sensazione che ha della difficoltà che incontrerà a mantenere integro il suo elettorato ed anche quello di Vendola che ogni giorno di più è costretto a a capire che i suoi voti saranno funzionali solo ed esclusivamente a Bersani ed attraverso Bersani a Monti il quale lo ha già dichiarato qualche giorno fa ma non lo ha più ripetuto che lui non parteciperebbe mai ad un governo diverso da quello che sventoli; in soldoni la sua agenda; in soldoni o sarà lui il presidente del consiglio o non farà il ministro di nessun altro governo.
    Bersani è sia distratto e sia affannato e non riesce più ad essere credibile e lo sa. Ieri ha fatto pena ogni qualvolta abbia aperto bocca. Per non parlare della sua presenza a livello europeo dove, anche se ha indossato il vestito buono, quella della festa, ha palesato quanto fosse a disagio; sembrava il Berlusconi dell’ultimo periodo quando non aveva più alcuna credibilità.
    Gli auguro buona fortuna ma il mio voto non lo avrà: usa lo stesso linguaggio di Walter Veltroni quando parla di voto utile. Utile per chi? Il Paese non credo visto che ha avallato e votato tutti i provvedimenti di Monti compreso le spese militari per gli F-35 che oggi dice bisogna ridurre. Ridurre? Cancellare, altro che ridurre! A meno abbiano già incassato le tangenti!
    Mia modesta opinione, nel rispetto di quelle altrui.
    Buona serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...