Liguria, parroco brucia foto di Ratzinger: “Ha abbandonato la Chiesa” – Il Fatto Quotidiano

 

Don Andrea ha preso una foto di Benedetto XVI, l’ha avvicinata a una candela e l’ha bruciata davanti agli occhi dei fedeli. Il parroco di Castel Vittorio, un piccolo centro dell’entroterra di Ventimiglia – appena 350 abitanti – in provincia di Imperia, a pochi minuti dall’inizio dell’omelia ha compiuto questo gesto in segno di protesta.

Per don Andrea Maggio (che alcuni in paese dipingono come depresso e con problemi psicologici), Ratzinger è colpevole di “non essere un pastore, un papa, perché ha abbandonato”. Increduli i fedeli, tra cui una decina di bambini, molti dei quali sono usciti inorriditi. Indignato anche il sindaco di Castelvittorio, Gianstefano Orengo, testimone oculare dell’accaduto: “Domattina scriverò alla curia, perché vengano presi urgenti provvedimenti. Capisco che don Andrea, in questo periodo sia piuttosto fragile, dal punto di vista psicologico, ma si è ugualmente trattato di un gesto scioccante, commesso davanti a numerosi bambini”. Già negli ultimi tempi il parroco “faceva discorsi strani – ha dichiarato Orengo – Sosteneva che bisognava togliere le immagini dei santi dalla chiesa. Poi, oggi ha cominciato ad accusare il Papa di aver abbandonato le sue pecorelle e, alla fine, ha preso la foto e l’ha bruciata. Io lo perdono, ma rimane comunque un gesto scioccante”.

viaLiguria, parroco brucia foto di Ratzinger: “Ha abbandonato la Chiesa” – Il Fatto Quotidiano.

C’e’ da riflettere su questo gesto che seppur fatto in un momento difficile personale,e’ significativo.

Forse rispecchiera’ molti pensieri di cardinali che si apprestano a eleggere il nuovo Papa.

La guerra continua tra le mura del Vaticano.E chissa’ quanti tra preti e cardinali hanno,speriamo solo idealmente,strappato la tessera dal partito Ratzinger,bruciandola e mettendola da parte.

Annunci

5 pensieri su “Liguria, parroco brucia foto di Ratzinger: “Ha abbandonato la Chiesa” – Il Fatto Quotidiano

  1. Ciao … passavo di qua e mi ha attirato il titolo del tuo post e non ho resistito dal lasciarti questo messaggio.
    Io non sono credente e di solito mi tengo fuori da tutto ciò che “tocca” l’argomento chiesa.

    Questa volta però dopo aver visto sia ieri sera che Domenica scorsa un servizio su un caso di pedofilia nella trasmissione delle Iene su Italia 1 non riesco ad essere indifferente…
    Ho visto il volto di chi raccontava degli abusi, ho visto la reazione indegna dei preti/cardinali chiamati in causa, ho visto il nome di Ratzinger comparire fra l’elenco delle persone al corrente di questo brutto caso: 20 anni di abusi su bambini e ragazzini senza fare nulla … senza fare nulla!!

    Hai avuto opportunità di vedere questi servizi ? Cosa ne pensi ? … forse Ratzinger non è così tanto da lodare … no? io da non credente sono perplessa …

    • ciao Lara grazie per la visita al mio blog.Sarei qualunquista se ti dicessi che anche nella chiesa ci sono le pecore nere.Cosa vera,percarita’,ma….la chiesa deve essere una istituzione(seppur religiosa)che deve essere da esempio.Quindi bisogna aprire le pagine buie e far fuori i “peccatori mascherati” .Credo che il prossimo papa debba avere la forza di farci capire che la pulizia e’ in atto,facendo anche nome e cognome di chi verra’ messo da parte.Solo una logica della verita’ potra’ salvare la caduta vertiginosa della credibilita’ della chiesa stessa.Altrimenti avremo ancora dubbi,perplessita’ e ombre.Ratzinger mi chiedi?Sapeva tutto e una volta smascherato dai suoi “nemici”,ha lasciato la chiesa,arrendendosi come un uomo si arrende dinanzi a una evidenza del suo peccato…..ciao grazie per il commento e a presto,ottime cose.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...