BERLUSCONI,IL DUCE E LA PRESA DI STALINGRADO(REMAKE DELLE PIAZZE ROSSE).

Piazza Santi Apostoli è gremita, molti hanno la Costituzione in mano. È qui che Paolo Flores D’Arcais sferra l’attacco più duro a Silvio Berlusconi, reduce dal bagno di folla alla manifestazione del Pdl in piazza del Popolo: «Anche Hitler riempiva le piazze».

E’ cio’ che riporta un articolo di Repubblica,circa la manifestazione tenutasi ieri in concomitanza con quella di Berlusconi,da parte del Popolo Viola.

Un paragone che dovrebbe farci riflettere ma che ha anche dei punti di lancio per una discussione.

Se da una parte e’ la piazza il vero ago della bilancia sui sondaggi e sugli umori della gente negli attuali sistemi democratici,in passato lo era fino a un certo punto.

I vari Mussolini o Hitler,avevano i numeri copiosi nelle loro adunanze poiche’ non esisteva altra alternativa o se vi era,era bloccata da sistemi duri e violenti di repressione.

L’opposizione non era visibile come oggi,anzi lavorava nel buio e in anonimato proprio per non farsi colpire e per non farsi annullare da regimi dittatoriali e a senso unico.

Oggi le piazze,colme anch’esse,hanno sapori diversi.

Da una parte ieri piazza del Popolo a Roma ha confermato la presa del cavaliere su una parte degli italiani e come logica vuole ha anche riempito il luogo ove egli parlava.

Dovremmo allora preoccuparci di piu’ andando a vedere come in questi mesi di campagna elettorale lo” tsunami tour di Grillo ” ha riempito del doppio ogni piazza che toccava?

Grillo e’ il nuovo Mussolini oppure il nuovo Hitler moderno e tecnologico?

E i vari movimenti arabi,di O.W.S. in America,sono sinonimo di raduni di pseudo adunate pronte a regalarci nuovi rais o messia politici?

Caro Paolo Flores D’Arcais non andiamo fuori di testa solo perche’ il cavaliere aizza piazze e fa il saluto romano.

No,ti prego.Allora anche Grillo che voleva stanare tutti dal parlamento era in preda a un autocelebrativo inno di un nuovo regime?

Non confondiamo il diritto di una piazza,e dei suoi numeri,a proporsi come idea di un cambiamento politico,ideologico e innovativo.

Poi si possono avere anche seri dubbi su chi parla dai microfoni,o di chi si pavoneggia a controfigura del passato.

Pero’ una cosa e’ certa:la piazza esprime oggi,rispetto al passato,la democrazia.Che poi possa piacere o no,e’ una scelta personale.

Non bisogna dire che quando e’ di destra e’ sinonimo di raduno nazionalpopolare con tratti mascherati di amarcord mussoliniana.

E quando allora ci si raduna con falce e martello diremo che e’ un remake di “La presa di Stalingrado ?”.

stalingrado-300x172

 

Annunci

3 pensieri su “BERLUSCONI,IL DUCE E LA PRESA DI STALINGRADO(REMAKE DELLE PIAZZE ROSSE).

  1. Concordo sul fatto che col pdl si adottino spesso due pesi e due misure, per esempio trovo semplicemente scandaloso che di principio il Pd non vuole dialogare col Pdl mentre ritiene un alleato affidabile quei cialtroni ignoranti della lega! Certe cose però sono veramente oscene, mi riferisco a Silvio, e in qualunque altro paese non sarebbero tollerate. Riguardo Grillo, c’è da dire che neanche Berlusconi è tanto folle da pretendere il 100 per cento del consenso! Ottimo articolo, fa riflettere (ormai il tuo blog sul mio pc è al fianco del “corriere”, “l’unità”, “il giornale” come fonte di informazione : ))

    • Marco intanto auguri di buone Palme a te e famiglia.Sei troppo buono nei miei confronti…aggiungo che oramai si capisce una cosa da questo bailame politico:bisogna riguadagnare gli ascolti della proprie piazze.Chi rischia di piu’ e’ Berlusconi secondo me,poiche’ il “populismo razionale di Grillo ” ha fatto breccia e il PD di nonno Bersani e’ al lastrico.Se dovessimo andare al voto domani,il M5S,annienterebbe lo spazio rimasto per i suoi contendenti politici.Vedremo adesso se il PD potra’ governare con il suo flebile consenso parlamentare.Ciao e a presto caro Marco.

      • Grazie, auguri anche a te! Il periodo delle feste pasquali è sempre pieno di significato, secondo me ancora di più rispetto al Natale. Riguardo Bersani non bisogna essere prevenuti, secondo me se riesce a fare qualcosa di buono al governo molta gente che prima ha votato Grillo tornerà a votare Pd.. Il Pdl invece finché c’è Berlusconi non muore mai, solo che neanche lui può essere eterno..!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...