BUON ANNO,NO ANZI …NULLA E’ CAMBIATO,ANZI….

Non so se conviene piu’ commentare le cose dell’anno appena passato o iniziare con quelle nuove del 2014.

Fatto sta che nel momento in cui scrivo,sui social network mi appare la foto  di una spiaggetta vicino Taranto,a Lama,che,come un segnale biblico,ha il mare che la bagna tutta di rosso  ruggine.

E’ la zona che ho frequentato fin da quando avevo 10 anni,e andavo nelle mie scorribande mattutine con gli amici per fare il bagno non piu’ con i genitori.

Questa zona e’ bella,e ricordo che aveva a poca distanza dalla spiaggia fatta di sassi e sabbia,uno scoglio lungo e perfettamente liscio.

Da li mi tuffavo e’ provavo la gioia di un corpo libero nell’acqua lontano dai pensieri della scuola.

Ritorniamo all’inizio.

Oggi appare questa foto scattata da Christian Limone.

conchetta lama

Aggiungiamo altro?

Che vi devo dire che l’Ilva in queste ore emana tanto,ma tanto tanto veleno nell’aria?

Non ci credete?

Altra foto?

Ok…

ilva 1 gennaio                                                                                              Foto di Gianfranco Curto.

Aggiungiamo altro?

Diciamo che si e’ sparato piu’ degli altri anni a capodanno nonostante ci siano meno soldini in giro?

Come posso dire oggi “auguri Taranto” ?

Come posso dirlo,vedendo gia’ in due giorni appena  due micidiali ferite al territorio?

Un attacco dal cielo e dal mare oserei dire.Un senso di impotenza dinanzi a chi autorizza tutto cio'(lo stato promulgando sentenza salva Ilva e restituendo i soldi confiscati dalla magistratura tarantina…)e dal vigliacco che con il suo gesto ha ferito una parte dei miei ricordi da ragazzino(spero in un evento naturale…)Buon anno,popolo jonico…e non solo.

 

P.S.

Leggo che il fenomeno accaduto a Lama e’ del tutto naturale e si chiama “esplosione algale”.

Meno male.Un problema in meno..l’altro difficile che sia naturale..o no?

Annunci

6 pensieri su “BUON ANNO,NO ANZI …NULLA E’ CAMBIATO,ANZI….

  1. Mi sento male a guardare immagini tanto forti, una regione bellissima, piagata, umiliata da persone senza scrupoli pur di avere sostanziosi tornaconti personali … Che cosa dobbiamo ancora tollerare?

    • Carla nulla più è tollerabile ove ci sono stati morti e disastri ambientali. Il punto è:abbiamo ancora forza x lottare a Taranto? Auguri a te e famiglia grazie x la risposta a presto.

      • Taranto è uno spicchio di un paese bellissimo, dobbiamo lottare tutti, con coraggio e con forza, allontanando il marcio, tutelando chi è sano e non deve ammalarsi, proteggendo chi si è già ammalato e merita di ritornare a vivere e di essere risarcito. Non dobbiamo mollare per consegnare ai bimbi di oggi un mondo adulto degno di essere vissuto. Ricambio gli auguri, aggiornaci, aggiornami, a me interessa sapere ogni piccolo progresso.

      • lo faro’ Carla.aggiornero’ questa ingiustizia che oggi,Adriano Sofri,fotografa dal lungomare di Taranto.Ilva,aria avvelenata e la gente,come a Hiroshima,consapevole che oltre un punto c’e’ forse margine di speranza..ciao.

  2. Ricordo di aver visto la foto della spiaggetta su fb e di esserne già rimasto colpito (in negativo). Pur essendo a quanto pare un fenomeno naturale, la seconda non lo è e posso solo immaginare il dolore che ne provoca, lasciando basiti… Un saluto Luca
    Andrea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...