L’8 MARZO SECONDO ME.

Siamo al solito.

L’8 Marzo festa della donna blabla blabla e blabla..

No basta,vi prego.

Se proprio vogliamo restare in tema “donna”,allora voglio parlare della donna che lavora e manda avanti una famiglia,che annaspa nel piccolo stipendio che prende e che poi pero’ fa sacrifici per comprare il vestito al bimbo suo.

Della sua capacita’ molto piu’ veloce ad amalgamarsi nel lavoro,capirlo,comprenderlo e sopportarlo,nonostante la vigliaccheria del maschio e del suo potere che crede ancora di avere verso di loro.

Voglio parlare dell’ equiparazione ingiusta,meschina che si tira fuori come fosse una meta da affiancare o raggiungere quando si dice che lei,la donna,si e’ integrata nella societa’ rivendicando i propri diritti pari al maschio.

Ma lei,la donna,li aveva sempre avuti.

Persi e messi da parte dal maschilismo dominante che c’era e che ha oppresso per anni la sua liberta’.

Voglio pensare alla donna siriana,mamma e vedova allo stesso tempo.

Nel suo prendere in braccio il corpo inerme del figlio colpito dai barili assassini del vigliacco Assad.

O la mamma palestinese,che sotto un nazismo mascherato di liberta’,vuole difendere il suo territorio,la sua gente e le sue tradizioni,quelle che Arrigoni perse con la propria vita.

E poi’ penso a loro,le donne della mia citta’.

Quelle che hanno pianto figli e mariti,a quelle che hanno lavato le tute da operaio piene di diossina e veleni.

Loro,le donne di Taranto,eroine dei tempi oscuri dove la parola rispetto e’ utopia.

Questo e’ per me l’8 Marzo.

Una data,tante donne e ruoli da difendere…sempre.

Annunci

11 pensieri su “L’8 MARZO SECONDO ME.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...