RIFLESSIONI DA UN TERRAZZO.

Scrivo da una terrazza, con un sole che tramonta e una luna che nasce.Penso come sia bello affidarsi alla natura, ciclica e senza domande.
Scrivo pensando a come noi siamo sospesi nei nostri bisogni e come siamo barbari gli uni con gli alti.
La Syria, Gaza e i diritti di ognuno, pronti a essere rimarcati con il sangue degli innocenti.
Il tramonto, chiude una giornata e la giornata stessa riassume ciò che abbiamo dato o ciò che avremmo potuto dare.
E ti chiedi allora come fare a essere parte di un gesto, un’anomalia, nella terra dove regna dolore e egoismo.
Ti chiedi perché c’e’ bisogno di  osare e essere cattivi per difendere ideali sbagliati o terre di conquista.
Allora hai bisogno di attimi, come questi.
L’energia della luce che cala e il momento spirituale, tuo intimo per capire se c’è ancora spazio per pensare dentro di noi.

Scritto con WordPress per Android

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...