GLI AUTOMI PER COLPA DELLA CRONACA

Forse sarebbe giusto  racchiudere tutto in una parola:caos.Il caos ovunque regna,nella testa della gente e le azioni,spesso,agguantano i momenti della cronaca.

Come il caso del piccolo Loris.

All’entrata a scuola,da giorni,i genitori guardano i loro figli entrare in aula con piu’ attenzione,con sguardi guardinghi annusano l’aria in cerca di pseudo possibili pedofili.

All’uscita stessa cosa,attesa e vigilanza.

Ma abbiamo per forza di cose bisogno di un input esterno per essere genitori attenti,elettori astuti,cattolici praticanti?

Insomma la cronaca fatta dagli altri,nel bene o nel male,ci  trascina a essere maturi,consapevoli di giudizi di autocritica personale che,a volte e non per tutti,devono essere strappati dalla nostra anima da qualcuno,qualcosa.

E’ la vita di oggi,quella virtuale che ci aiuta a perdere una logica realista su cio’ che ci circonda e che,spesso,noi virtualmente la rendiamo vera.

Catapultati nel mondo dell’hd ,dei social e degli smartphone,perdiamo cio’ che dovrebbe essere veramente il pensiero sulle nostre azioni,comportamenti e modi di fare.

E allora,come la moda dei tatuaggi tribali di anni fa,siamo capaci di metterli sul braccio,pentendoci di averli addosso e come idioti ci accorgiamo dopo dell’errore,sperando che non sia troppo tardi…purtroppo.

Annunci

2 pensieri su “GLI AUTOMI PER COLPA DELLA CRONACA

  1. Giusto ragionamento! Per esempio, se la tv e l’informazione non ci dicesse ogni giorno che la causa del malessere sociale è “la crisi”, la gente non accetterebbe di buon grado i soprusi e le limitazioni che viviamo nella vita reale. Buona domenica e buon 8 dicembre!

  2. ciao Marco.Credo che siamo pilotati dai media,praticamente in mano a un gruppo di furbi politici che annientano il nostro libero pensiero.E con essi anche la stampa,alcuna in verita’,che ci bombarda di inutili saggi di riflessione quotidiana.Buona Immacolata e a risentirci un forte abbraccio,Luca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...