CONSIDERAZIONI A 41 GRADI.

Mi aspettavo da Tsipras  il tuffo nel baratro.
Si quello tipo suicidio,o immolazione esasperata per difendefe undiritto,unico,di scelta prima della morte certa.
Direte che non ci sta differenza tra prima o dopo,vero,però  avrebbe  creato  un primo esempio,il libero arbitrio, di una nazione che si sgancia dalla regola severa e va,libera come un pesce nell’oceano verso il proprio destino.
E il destino,scritto da altri è  buio,triste senza fine positiva.
E allora,Tsipras,scende a patti,uno più  uno meno e regala il suo paese a quella signorona tedesca che scaccia via la bimba palestinese dal suo paese…non ci sta  posto per tutti.

Vabbene allora nulla cambia,forse manca coraggio o forse questa europeetta non ha i maroni (no quello della padanialandia…)per dire che noi umani,si i politici son altra razza evidentemente…,abbiamo bisogno di credere che ci siano spazi di libertà  e azione.
Capitolo immigrati.
Leggo di scontri cariche della polizia,ecc..ecc…
Ci sono anime buone e cattive ci sono italiani buoni e delinquenti,ci sono..differenze.
Ma se la differenza resta il colore,pur nell ‘uguaglianza ,stiamo messi male.
Buone vacanze,qui 41 e non scende,alla prossima.

arallagianluca

6 pensieri su “CONSIDERAZIONI A 41 GRADI.

  1. Concordo su tutta la linea, ma per una questione di coerenza, come per coerenza adesso dovrebbe andarsene a casa… Ma forse è meglio di no, che le elezioni costano ed in questo momento sarebbero probabilmente inutili… Io non credo alle sospensioni della democrazia. Credo però alle menzogne ed alla demagogia. Certi partiti dovrebbero fare bene i conti con le sciocchezze che dicono, affermano, promettono. Perchè alla resa dei conti non esistono più gli stati, esiste solo un equilibrio globale, fragilissimo… E pensare di poter fare i gradassi, alzare la voce, sentirsi “liberi”, è tanto stupido quanto non capire che è impossibile proteggere baby pensioni e amenità analoghe…

    • Giusto il tuo pensiero.la coetenza è figlia delle poltrone, da avere nel proprio curriculum. Oppure è figlia del proprio onore, quella qualità mancante oggi nei pilitici.sono sulla tua stessa sintonia quando affermi che oggi gli stati non sono più autonomia locale, ma parte di intetessi globali economici.chi paga tutto è il cittadino inerme, senza più paladini che lo possani difendere.un saluto amico mio.

    • Voleva far paura alla Troika,ma ha perso pezzi per strada,nonostante la vittoria,poiché non ha avuto seguito decisionale coeso nel suo schieramento.Tsipras ha aperto,invece,una buona strada a chi,un domani,voglia fare il galletto contro i poteri forti per ottenere consensi dal suo popolo.La realtà, invece,ci dice che Germania e Francia sono loro i regolatori di strozzinaggini verso popoli e persone.L’uscita?Forse moneta distinta per paesi e regole i terne come ai tempi del passato…tanto male stavamo e male stiamo,o no? Ciao.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...