IL SELFIE UCCIDERÀ LA BELLEZZA.

 

Matteo Salvini ha un vizietto: il selfie con i grandi personaggi della politica,dello
spettacolo italiani o stranieri ,basta che ci sia una foto.
Allora mi sono chiesto se l’apparire sui social sia lo status simbol del potente o di ognuno di noi.
E mi viene alla mente allora il vecchio cronista armato di solo taccuino e tanta  voglia di scrivere che,senza l’internet e i suoi derivati, ci evidenziava una sua bravura,una sua dote nell’essere nello scritto.
Oggi giudichiamo la fortuna,il disagio e altro da una immagine che,sui social,diventa il nostro essere.
Vi sono persone che sfruttano bene questa opportunità, Instangram ne è  un esempio,altri ridicolarmente   evidenziano uno stato puerile anche in maggiore età.
Allora Salvini,ma anche Renzi,usa l’immagine per essere e dirci che,il potere,va sbattuto in faccia a chi lo guarda.
Se potessero solo scrivere forse avremmo a nostro favore un filtro per giudicare meglio ma oggi,nell’epoca veloce del giudizio immediato dato dall’immagine appunto,la sostanza svanisce dietro sorrisi beoti e selfie con gente che conta e non.
Ecco l’immagine distorce l’essere e lo rende senza meriti eroe del tempo attuale.
Anche la bellezza sviolinata  sui social diviene merce in abbondanza e rilancia un concetto che in passato era fonte di ispirazione per i fotografi di moda e dei  stilisti:la bellezza femminile .
L’uso  dell’immagine regalata in rete,apre scenari non più  rari da ricercare e gestire,penso alle icone della femminilità  negli anni passati e delle attrici belle dei film,e ci nutre di volti e corpi che diventano di routine nell’epoca nostra.
Nasce quindi,secondo me,un surrogato di bello o bella,una forma distorta per colpa della maggiore esposizione dei soggetti  privilegiati da madre natura.
Insomma se Salvini cerca consensi grazie ai selfie anche con il netturbino di notte (grande rispetto per questa categoria) , oggi  l’abbondanza di visi e corpi in rete abbassa il livello qualitativo dell’esprimersi grazie allo scrivere e innalza invece un qualsiasi essere a essere l’eroe di se stesso o per il mondo virtuale grazie ai like e alle faccine .

 

9 pensieri su “IL SELFIE UCCIDERÀ LA BELLEZZA.

  1. Quanto è vero, oltretutto se mi permetti, anche il semplice scattare una foto di una qualunque cavolata solo per postarla sui social è diventata una mania, una malattia. Io che sono iscritto a Instagram per pubblicare gli scatti della mia passione fotografica mi rendo conto che è una fatica inutile star li ad aspettare il momento giusto per scattare o perdere qualche ora in post-produzione per migliorare il mio scatto quando poi vedi che basta un “culo” o “tette” o il tipo con orologio e denaro in mano o lo champagne per avere montagne di like

    • Hai ragione.il contenuto fisico va oltre il desiderio di comunicare l’effettiva proposta che dovrebbe essere la foto stessa.ma andiamo incontro a una grande abbuffata di culetti che esaspereranno gli amanti della vera bellezza artistica.ciao a presto.

  2. Siamo nell’era delle immagini, quella delle parole scritte è ormai obsoleta;
    chi legge più i libri ? Pochi (ma buoni) che sicuramente hanno un cervello;
    cosa che può non servire per postare qualsiasi scemenza e soprattutto andarla a vedere e/o fare commenti insulsi : sui social si trova veramente di tutto … dal nulla al niente …😉
    come sminuire uno strumento che potrebbe essere incredibilmente utile (la rete) per fare delle vaccate ignobili … qualcuno si facesse un selfie con il proprio cervello 8se lo trovano)
    ciao🙂

    • Condivido pienamente . Sarà anche perché uno scatto è più veloce di una lettura di un libro.Bisognerebbe trovare un equilibrio tra uno scatto serio, sensato, e non solo un culetto o tetta al vento.enjoy buon week end

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...