IL DNA ITALIANO NON AIUTA.


Molti si domandano come saremo dopo il momento triste della pandemia mondiale.

Molti pensano che riappropiandoci della liberta’ svilupperemo un buonismo diffuso verso tutti e tutto,dovuto alla reclusione della quarantena.

Cambiare in meglio dopo un dramma mondiale,spesso puo’ essere una logica conseguenza che deve essere accompagnata pero’ da decisioni comuni mondiali sia sul piano economico,sociale e di sicurezza.

Cosa ci dice questo momento a livello personale,dalla parte del cittadino comune ?

L’egoismo dimostrato dall’europa politica,le difficolta’ decisionali del primo momento dei nostri politici,le notizie fake dei tg e le direttive sbagliate dei vari presidenti di regione,hanno creato in noi speranza,timore,ansia e confusione.

Un disturbo associativo legato alle migliaia di news lette quotidianamente sui nostri pc o cellulari,un turbine di speranze legate al nuovo farmaco e dalle delusioni dettate dai numeri sempre alti di morti e contagiati.

Insomma l’equilibrio della certezza non e’ esistito e anche adesso,con il virus ancora in giro,fatichiamo a capire e sapere come muoverci.

Sui dati taciuti e sull’allarmismo sedato da piccole verita’,attualmente ricerchiamo piu’ pace dai grafici dati sui social da studiosi home o da sprazzi di news legate a scoperte dell’ultim’ora.

Confusione insomma-

Anche sulla data del possibile down del contagio regione per regione,il governo rimanda per tenerci buoni a casa il piu’ tempo possibile.

Io ho visto solo Conte metterci la faccia,sbagliando e ammettendo con le sue lacrime trattenute la vera difficolta’ del paese e del mondo stesso,e cioe’ quella di non sapere ancora nulla di certo.

La verita’ detta brutalmente,specialmente in un paese come il nostro non ligio alle regole su restrizioni momentanee,puo’ arrecare fastidio e nel fastidio si commette l’azione liberatoria dell’essere in giro mettendo a rischio il prossimo.

L’Italia uscira’ prima o poi fuori da questo incubo certo,ma avra’ un corpo martoriato dalla lotta contro il virus e il suo dna che spesso non aiuta nei momenti critici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...