A PRESTO.

©arallagianlucafoto

©arallagianlucafoto

STACCO LA SPINA DALLA TASTIERA PER POCHI GIORNI,A  PRESTISSIMO DIVERTITEVI.

Annunci

“INCONTAMINATI” LUOGHI TURISTICI…DOVE ANDARE?

Chi puo’ parta,o meglio chi puo’ partire?

Pochi a quanto pare quest’anno,causa scarsa moneta e debiti in evoluzione esponenziale.

Se penso alla partenza,trovo stimolante un’idea:il luogo simbolo di qualcosa.

Mi spiego meglio.

Chi andrebbe a Mosca?L’ex comunista diventato soft per la caduta del patto di Varsavia e del muro di Berlino?

Oppure chi andrebbe a Saigon,l’inferno dei vietnamiti e del fantasma americano?

Insomma alla luce dei fatti e dei cambiamenti politici nel mondo,c’e’ ancora un luogo che non e’ cambiato per colpa del genere umano?

Il Tibet,altro sacro territorio violentato dal regime cinese e dall’immolazione dei monaci buddisti che morirono assieme alla popolazione in 69.000 nel 1959?

Per non parlare della foresta dell’Amazzonia deturpata dal vile saccheggio dell’industria della carta.

E allora ci rimane l’inutilita’ o la finzione di cio’ che fu’ il passato.

Vedi il Colosseo.

Mura che hanno ospitato combattimenti e eroi,re e vigliacchi politici.

Oggi ci si traveste da centurione per campa’ e farci rivivere cio’ che fu allora il simbolo della forza e del potere capitolino.

Allora molto meglio andare a visitare chiese e musei,forse quei pochi simboli incontaminati che reggono l’urto dell’orgia turistica estiva?

Io dico di si.

P.S.  

Mi viene in mente Cuba e il suo comunismo che nonostante tutto attira persone da tutto il mondo.Avana e il suo centro e i turisti con i sigari in bocca.Il Che sulle maglie al concerto di Vasco…pure questo e’ segno dei tempi che cambiano.

che-guevara-t-shirt-300x279