BAMBINI DIVERSI,EPPURE UGUALI.

C’e’ mio figlio che gioca con me sul balcone,a pallone.

Si scherza,si ride poi un rombo e il naso all’insu’:e’ un caccia,che vola lontano,e gia’ scompare.

Il calcio al pallone,le risate e la voglia di essere protagonista nella sua vita,essere bimbo,come molti.

Ma essere felici,non fa parte di tutti a questo mondo.

E’ una sostanziale differenza che travolge quasi tutti,molti.

Mio figlio e’ fortunato,la complicita’ con suo padre e sua madre gli regalano una tranquilla crescita,emozioni positive,no incubi.

Ho letto questo articolo tempo fa.

Parla della difficile vita dei bimbi palestinesi nella striscia di GAZA.

Parla di loro che potrebbero essere mio figlio o tuo figlio.

Invece no,sfortunati.

Ecco il link,da leggere anche per capire il dramma di un bimbo nei territori sotto le bombe come anche la Siria.

Gia’ la Siria  e i  morti gasati,fatti fuori perche’ scomodi a qualcuno.

Al regime perche’ figli di terroristi,o ai terroristi stessi per avere il mandato di uccidere il nemico?

link:http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=82717

Foto fonte NENA NEWS

Foto fonte NENA NEWS

 

Annunci

IL MACHO MODERNO CON L’ASPIRAPOLVERE.

Tieni presente la figura del macho  che non osa fare le pulizie di casa?

Quello che per lui la donna “deve” fare i piatti,cucinare,stirare….insomma fare la casalinga e basta?

SI si quello che se deve passare la scopa in terra per una emergenza,chiude la tenda,lo fa velocemente e poi subito corre via.

Ebbene io non sono questo,o meglio nel tempo ho imparato  a essere un…casalingo anche.

Uno di quelli che tornando dal lavoro,passa la scopa elettica in terra,fa mangiare il figlio e poi fa anche i piatti.

Cambio dei tempi?

No esigenze,solo quelle.

Quelle di correre con i tempi,dare una mano in casa e essere utile all’interesse della propria famiglia.

Alla fine secondo voi,viene snaturata la figura del maschio oppure rientra nella logica del cambiamento dei tempi a favore dell’uguaglianza totale?