BENVENUTO AL “MIO” AUTUNNO.

Siamo arrivati in autunno.

La stagione che piu’ amo,quella della riflessione dopo una corsa frenetica(l’estate),e quella meno luminosa(introspettiva per me).

L’autunno delle foglie che cadono,della pioggia sull’asfalto delle strade,quello dei maglioncini che ti consolano dal vento di tramontana.

Mi sono sempre domandato se le stagioni preferite fossero figlie del mese di nascita o di altre cose.

Io nato a Dicembre di un freddo ’67,mi ci ritrovo nell’autunno.

Nelle giornate piu’ corte di luce,vivo con piu’ intensita’  la giornata.

Il sole ormai basso,fastidioso per gli occhi chiari,e’ un lontano ricordo.

L’autunno lo amo e mi fa ricordare,non so perche’,le strade americane dove i passanti con i loro cappotti,tra taxi e mendicanti vari,corrono soffiando aria calda nelle loro mani.

L’autunno e’ una festa per me,un rito di inizio della routine quotidiana che e’ stata sferzata dall’attiva veloce estiva,dalle serate con gli amici fino a tardi.

Benvenuto autunno.

©arallagianlucafoto

©arallagianlucafoto

IL TEMPO CHE AMO.

Oggi una pioggia tremenda sulla mia citta’,Taranto.

Temporale e vento,mare mosso e lampi.

Il tempo cosi’ mi piace,odio la luce forte dell’estate italiana.

Amo quell’odore del bagnato,anche per questo ho intitolato questo blog LA POZZANGHERA.

Quella che si forma sulla strada,ristagna o che viene eliminata dal passare delle auto sopra.

Pioggia,acqua da lassu’ che viene a cadere,pulendo i nostri cuori e facendoci riflettere.

La nuvolosita’ mi piace,quella non uniforme ma formata da nuvole in gruppo,bianche e maestose.

La limpidezza di una giornata di tramontana e’ l’unica via di salvezza alla visione mia personale di giorni senza nubi…..

Forse per il freddo e l’aria fine,pulita che ti taglia e ti fredda il viso.

Taranto oggi era cosi’,con le nubi,il vento e il fresco di un Maggio atipico meridionale.