UN PO’ PER TUTTI…..

Mi sa che la tematica principale del nuovo  anno sara’ smitizzare cio’ che si crede giusto e cambiare i concetti veritieri.

Esempio:

il papa Francesco che dice ai prelati di accettare le differenze tra noi,e ricomporre una frattura creata ad arte da migliaia di secoli.

Ma la sostanza,cioe’ la differenza tra chi e’ gay o no,tra chi ama una donna e non un uomo,tra chi non e’ credente,rivoluzionera’ poi il concetto di appartenenza globale nel mondo cristiano?

Insomma i cancelli chiusi e ipocriti la chiesa,sara’ in grado di aprirli e renderli pubblici a tutti quanti?

Passiamo alla politica.

Cadranno i miti dei leader e si andra’ incontro ad un concetto unico e reale di spazio pubblico per tutti?

O dovremo,chi ci crede lo fara’ ancora,seguire il vecchio binario del politico guida che dettera’ ancora linee da seguire e appartenenza a un simbolo?

Vedi la storia di Bersani.

Si sente male,i nemici politici versano lacrime,e tutti ad osannarlo per cio’ che ha fatto in passato e per cio’ che ha lasciato ai comunisti italiani.

E i misfatti?

E i dubbi?

Tutto a posto caro Bersani…voi direte ma come sei cattivo,ti ci metti anche tu in questo momento a tirar la cinghia addosso al Pierluigi quando dovresti pregare per la sua salute.

Gia’….ma c’e’ un ma….

Sapete quanti morti ci sono in riva allo jonio dimenticati nell’ospedale per causa di una lobby,quella industriale,che non si chiamano Bersani e che non vengono”cacati” da nessuno?

Perché non ci si preoccupa di loro,con mesotelioma  invadente e killer oramai sulla strada dell’addio alle proprie famiglie?

Mi aspetto un 2014 in barba alle etichette,magari aspetto un vaffanculo detto in faccia alla Merkel e alle stronzaggini dell’Europa unita per non cadere nell’errore della recessione globale che porti il pianeta allo sbando piu’ di come e’ gia’ e bla bla bla….

Mi aspetto che la Syria faccia notizia e che un potente di turno dica ad Assad che ha 24 ore di tempo per starsi fermo,aprire un corridoio umanitario per salvare i piccoli che vengono uccisi quotidianamente.

24 ore di tempo,senza se e senza ma…altrimenti ti facciamo un CULO COSI’……

Ecco la politica che vorrei.Niente chiacchiere e niente ma.

Azioni per il bene comune,preghiere per tutti e meno parolone in politica.

Buon 2014,ma questo lo avevo gia’ detto alcuni post fa….fa niente.

 

 

Annunci

IL COMING OUT E’ PIU’ INCISIVO DI UN GAY PRIDE.

Sull’Unita’ va in scena un dibattito sull’articolo del Gay pride di Roma.
Interessante e’ stato per me leggere svariati commenti su questa manifestazione,amata e odiata da molti.
C’e’ chi vede in questa  una caciara estremizzata  del diritto,urlato nei vestiti luccicanti e dai baci spudorati in bella mostra.
Io personalmente la vedo come una data su un calendario per ricordare diritti uguali per tutti e rispetto altrui.Basta.
Pero’ questa manifestazione annuale non colpisce.Anzi come un boomerang torna indietro e colpisce chi,in essa,vuol rendere chiaro il concetto di amore senza pregiudizi di nessun genere.
Capisco la necessita’ di divulgare tale diritto,figuratevi in questo mondo basta altro per essere criticati di qualcosa,ma non si coglie l’opportunita’ di centrare il pubblico ostile al gay,alla lesbica e via dicendo.
Il coming out del personaggio pubblico,dallo sportivo all’attore,dal politico al presentatore colpisce dippiu’.E anzi uguaglia tale odiosa differenza che molti ancora vedono in questo.
Vedere ammettere per esempio un cantante la propria identita’ sessuale avvicina molto il restio,che si accorge di avere l’idolo della sua vita uguale a lui,anche se diverso come orientamento.
Lo amera’ ancora e capira’ che il concetto di gusto sessuale va oltre la bravura di una canzone e di un concerto.Andra’ a colpire un tabu’ che sara’ come un pugno  nello stomaco,quello di cui lui,il fans,non ne era a conoscenza.
Allora il gaypride per me rimane un San Valentino sul calendario,un onomastico da ricordare ma no,quello no,un giorno di rivalsa e vittoria.
Un coming out magari pubblicizzato in un bel servizio televisivo e’ molto piu’ incisivo di una processione di musica e sbaciucchiamenti.
E’ dire eccomi qui,tu mi conoscevi per la mia bravura ora,se vuoi puoi capire da dove arriva il mio sentimento in cio’ che scrivo,recito e dichiaro.