ATTENTI I “BARBARI” SON TORNATI(COL PSICONANO)…..

Ha ragione il mio amico del bar che ogni mattina mi ripete:ci mancano i c….ni!!!

Ha ragione.Se siamo arrivati al punto di rivedere la stessa scena di un film,e cioe’ l’amore del Pdl e dei verdi leghisti,allora e’ colpa nostra.

E’ colpa di non aver fatto nulla per cacciarli,per disonorarli completamente e per trovare alternative a loro.

Quando il trota fotteva i nordisti con anche i loro soldi,avrebbero dovuto capire che le pulizie si fanno alla radice e la loro radice si chiamava Bossi.

Fatto da parte anche con i suoi problemi fisici(poveretto…),si penso’ che il rocchettaro Maroni avesse finalmente capito che circondarsi di pazzi idealisti e ladri,aggiungo io,sarebbe stato pericoloso.Volle farci credere e far credere alla Padania che non esiste,che lui,il Roberto verde,aveva capito e aveva intuito le esigenze della piazza.

Oggi sento invece che la Lega si allea con il psiconano e che per calcoli politici,si rituffa nell’orgia delle elezioni.

Ma allora mi chiedo,adesso mi aspetterei la ribellione del popolo leghista che aveva giurato e rigiurato di non voler piu’ correre col psiconano.

Attendo impaziente,easpetto la famosa discesa dei barbari,ma questa volta,contro i loro re che al grido di “evviva la Padaniaaaaaa”,possano rimettere le cose per il verso giusto.

Se cosi’ non fosse,allora i leghisti non esisterebbero piu’ e andremmo a contarli solo nelle poltrone di un parlamento,sempre piu’ come un film vintage.

padania1-219x3001

GIU’ DAL TRONO,RE UMBERTO.

Mi viene da pensare sulla vicenda Bossi,come adesso stia Maroni.
Se da una parte e’ imbarazzante vedere il capo ladro,dall’altra la decisione di cacciarlo via e’ ancora piu’ difficile.
La Lega Nord ricordera’ quest’anno come l’anno degli scandali e della sua fine.
Anche se dovesse riemergere dalle sue rovine,il dazio da pagare sara’ alto e gli uomini simbolo una volta caduti faranno il resto.
Bossi il lu’mbard e’ fritto,cotto e consumato.
Maroni suo successore dovra’ dimostrare anche al suo popolo che lui e’ diverso,anche da Bossi.
Si perche’ adesso all’interno della Lega si apre una questione:quella di chi non ha mai rubato.E una volta dimostrato sara’ il lascia passare per ambizioni di scalata al suo interno.
Insomma chi e’ piu’ onesto merita la prima fila e chi non lo e’ stato,compreso re Umberto,verra’ cacciato.E se sara’ difficile prendersi questa scomoda responsabilita’ sara’ l’uomo verde padano a sancire tutto cio’.
Una cosa ammiro dei leghisti:la loro innata e orgogliosa vanita’ di sentirsi diversi dagli altri e di rivendicare l’orgoglio delle loro terre e delle loro tradizioni.
Ma anche di non essere equivoci su chi ha sbagliato e su chi ha tradito la loro Lega.Compreso il Re e la sua prole.

LETTERA A BOSSI,IL LU’MBARD!!!

Caro Bossi voglio dirti una cosa.
La lega,cosi’ omogenea e radicata nel suo territorio,fece scalpore per le sue idee,che radicate nella padania tua,le esportasti a Roma,facendo divenire grande un qualcosa di piccolo:la tua idea di nazionalismo federale.
Hai fallito,hai fatto o avete fatto dopo la magistratura ci dira’,un passo piu’ lungo della gamba e se adesso si scoprono le arguzie vili e furbe di alcuna gente,bene tu non ne sei immune.
No perche’ hai fatto i porci comodi tuoi in nome di un privilegio che non tutto il popolo italiano ti ha dato,certo le leggi sulle coalizioni e le maggioranze ti hanno aiutato,ma sappi caro Umberto che tu mi sei stato sempre sulle balle.
Si perche’ in un paese gia’ poco coeso tu hai marcato la linea di confine tra odio di essere italiano e fierezza di esserlo.
Tu e i tuoi amici siete stati l’intruso dentro un sistema,la politica,che avrebbe dovuto difenderci almeno sul piano dell’identita’ nazionale,dell’essere unica cosa anche se con pareri discordanti tra i partiti.
Ma l’Italia e’ e sara’ unica,caro Umberto,e tu invece hai fatto di tutto per spezzarla in due.
Poi ci hai mangiato dentro quel piatto che e’ servito ai tuoi uomini verdi di rubare e dare ai tuoi figli e amici cio’ che noi,comuni mortali,non possiamo avere.
Bossi adesso ti dico solo di sparire e come quei capi tribu’ con orgoglio quando venivano cacciati dall’uomo bianco con la pistola,fatti da parte in silenzio e forse capirai che e’ la cosa migliore.
Tra di voi solo Maroni ammiro,poiche’ ha capito forse il confine quando non lo si puo’ superare e che quindi lo si deve rispettare e molto anche.
Ciao Bossi,il lu’mbard!!!