UN PAZZO,SOLO UN PAZZO…..

A Brindisi e’ stato alla fine un pazzo a fare quella carneficina,un pazzo che ha agito contro lo stato e contro la giustizia.
Molti,anch’io,avevano gridato al ritorno della strategia del terrore,tipica della nostra Italia dai mille segreti ancora da svelare sulle stragi.
E allora si disse che forse,la cupola,aveva creato a ingegno cio’ che si era verificato a Brindisi,per rimetterci nel terrore di un qualcosa che poteva aiutare qualcuno a creare poi una stabilita’ politica di emergenza.
No un pazzo,solo questo.
Saranno state anche le minacce delle BR e dei loro volantini a dirci che l’Italia di adesso ha i suoi scheletri nell’armadio,pronti ad uscire e ricordarci che la nostra patria ha molte verita’ da dirci e mille colpevoli ingiudicati.
Cara e povera Melissa,sappi che lo strazio del tuo corpo sara’ stato anche l’opera di un vigliacco,ma il tuo sacrificio ha posto e pone anche a tutti noi quesiti e paure vecchi e che ci dicono di stare allerta sempre in questa nostra Italia.
Un pazzo,solo un pazzo….

STRAGE AMBIGUA E CON RIFERIMENTI STORICI AL PASSATO.

Diciamoci la verita’:ma un pazzoide locale non verrebbe preso subito nel giro di 24 ore?
Oppure avendo un identikit dalle videocamere non e’ facile con la tecnologia odierna trovare subito il sospettato e prelevarlo da casa?
Invece no.Invece la strategia terroristica del terrore simile a quella degli anni 70 e’ di nuovo alla ribalta degli opinionisti,dei giornali e delle tv nazionali e non.
Magari una strategia del terrore visto che la sinistra avanza,Hollande in Francia apre scenari nuovi e i movimenti avanzano inesorabilmente.
Quando le stragi di stato nel passato volevano incolpare i rossi,rei di essere forti politicamente e guastafeste in una nazione di destra,ci furono azioni eversive e morti incolpando loro e servendosi dei servizi deviati dello stato.
Molti pensano che oggi,la tragedia brindisina,riassuma un po’ cio’ che fu il clima del passato,colpendo giovani fanciulle in nome di un progetto destabilizzante per una Italia che verte a sinistra.
La mafia,come erroneamente e velocemente si e’ accusata,e’ fuori dal giro infernale dell’azione criminale,cosi’ come la sacra corona e la delinquenza locale.
Regolamento di conti?Ma di regola si va dritti alla persona,colpendolo con certezza.
E allora come dicono i magistrati la pista terrorismo sembra essere quella piu’ plausibile.Adesso manca il mandante e il motivo reale.
Forse rispetto al passato,lo stato pressato dai giovani e dalle associazioni,dovra’ spiegare con chiarezza se c’e’ un secondo stato che trama col sangue dei nostri figli.
Esagero?Ma non sarei l’unico.