SIAM TUTTI VIGLIACCHI…

wpid-2015-10-22-09.50.29.png.png
Orlando,49 morti.
Tutti compatti contro l’omofobia o il terrorismo .
Siam tutti neri,gialli,bianchi,dipende da come gira la notizia.
Forse non ci rendiamo conto dell’ evento drammatico o della grave azione di uno squilibrato.
Non siamo piu’ di parte mantenendo una nostra idea.
Siam guidati,teletrasportati nel mondo che ci vogliono far credere come accadde per l’11 settembre.
Siamo asociali,paranoici e senza inventiva.
Un vaffanculo diretto lo scriviamo dal cellulare sui social ma non abbiamo il coraggio di farlo di persona.
Siam vigliacchi,come teppisti nella notte che incendiano cassonetti e scappano,nel buio,per non farsi riconoscere.
Ieri tutti italiani,evviva Conte.

 

Annunci

PAROLE E PALLONE.

Vediamo un poco….facciamo un giochetto.

Io scrivo tutto cio’ che si sente e si legge spesso in Italia e che,questa sera per 90 minuti,scomparira’.

“Terrone nordista lumbard  pecoroni terremotati leghisti puffi verdi comunisti anarchici mangiabambini fascisti neri rossi africani meridionali mafiosi camorristi …..passando per altre cose”

Questa sera spariranno e opla’ tutti uniti sperando nel gol azzurro.

Evviva il calcio,ma solo quello della nazionale poiche’ a livello di club c’e’ sempre faziosita’ e scontri dietro l’angolo.

Quindi grazie alla nazionale,la par condicio sara’ assicurata a tutti quanti,dai questuanti della politica show ai tifosi piu’ esasperati delle curve.

Concludo pensando allo stadio di San Paolo.

Costruito vicino alle casette pattumiera della citta’ brasiliana,alla fine del mondiale rimarra’ li a dire che la forza dei soldi vince sulle richieste reali della gente povera e non fa niente che,seppur di iniziare questo mondiale in terra brasiliana,ci son voluti morti e feriti per dire che il Brasile e’ anche “ALLEGRIA E SAUDADE”…..

I SUPER MARIO INVINCIBILI.

Super Mario in politica e Super Mario nel calcio.
Eppure l’uno odiato per scelte politiche da attuare,con grandi sacrifici e futuro incerto per tutti gli italiani.
L’altro,Balotelli,perche’ ha segnato e ha dato al nastro paese l’accesso alla finale europea contro la Spagna.
Eppure il primo Mario,mister Monti,agli occhi dei politici europei e’ l’insegnante che con meticolosita’ e perseveranza,attua programmi politici per salvare uno stato,l’Italia appunto,e una unione europea cotta al punto giusto.
Il culturista calciatore,e’ la vendetta contro chi aveva cantato facili disgrazie al nostro calcio,malato e ladro per lo scandalo calcioscommesse.
Ma Domenica ci sara’ in tribuna Monti,a rappresentare l’istituzione italiana e tutti noi.Si lui che avrebbe voluto sospendere i campionati per tre anni e ridargli fiducia dopo una pulizia morale.
Due figure che anche se vincitrici hanno differenze enormi.
Monti amato in europa,anche se ha dovuto lottare con la tosta Merkel,e l’altra che e’ sbocciata all’improvviso seminando certezze e speranze verso un cammino,l’ultimo,che potrebbe sancire una vittoria morale dei nostri calciatori verso anche chi,Monti,avrebbe voluto dire stop a loro.
Gli italiani stanno dalla parte dello statuario Mario Balotelli,e in lui rivedono una rivincita contro prima i tedeschi,rei di essere troppo affaristici in questa europa a senso unico,e poi verso anche la Spagna super vincitrice in europa con i club.
E allora attendiamo domenica e i due Mario,seppur lontani,avranno la carica di leader e magari si faranno coraggio,vedendosi negli occhi a centinaia di metri di distanza.

CASSANO?L’ILLUSIONE(SUA)DI ESSERE COME I NON PALLONARI PROFESSIONISTI.

Non voglio prendermela con Cassano,perche’ e’ ignorante come quasi tutti i calciatori che vivono a suon di gol e soldi.Poveretti loro(o fortunati,punti di vista)che perdono occasione di approfondire tutte le tematiche che ci ruotano attorno quotidianamente.
Certo non voglio che sappiamo a memoria la formula dell’ammonio o a memoria i Promessi Sposi,ma loro,i calciatori,se ne fregano di cio’ che avviene fuori dal pallone.
Politica,crisi mondiali,guerre sono solo cose che non entrano nelle loro teste imbetite dall’euforia dei tifosi e resa speciale perche’ appaiono in tv…con scarsi risultati quando devono aprire bocca su cose diverse dal gol e dalla punizione sbagliata.
Altri,ma sono pochini,sono invece curiosi della vita,della sua sfaccettatura e da essa,con gioia,vogliono apprendere le mille sfumature.
Cassano e’ lontano da questa logica,ma adesso basta parlare di lui altrimenti gli diamo altra importanza.