MI SON PERSO QUALCOSA?

Si passa dalle cazzate di Bondi(a Taranto si muore per il fumo di sigaretta e non per l’Ilva),all’orangotango di Calderoli dato al ministro Kyenge,fino all’ingarbugliato caso Ablyazov.
In Italia non mancano dementi per farci divertire e incazzare.
Sembra un paese dove la scritta”accendere il cervello prima di parlare” sia un optional per pochi.
E quando quei pochi sono i politici,ti accorgi di essere tu sfortunato a vivere nell’Italia dei paradossi,degli scandali e delle bugie quotidiane.
Vedi il caso della lega.Un movimento razzista,si certo lo e’,dove il colore e la meridionalita’ e’ la differenza da mettere al bando e dove nel momento decisivo,come ora,si fa marcia indietro nelle parole dette.
Calderoli se c’e’ l’ha duro,lo dimostri.Altrimenti si tolga dai …maroni(scusate il gioco di parole).
Caso Bondi.
Ma veramente il caso Ilva si puo’ risolvere con dementi che affermano cose inopportune e senza fondamenta?
No,non credo.Avremmo bisogno di onesta’ e meno ipocrisia di parte.Quella parte che si chiama stato e famiglia Riva.
Ultima considerazione finale.

Se spegnessimo le nostre attenzioni su taluni personaggi, su taluni politici e decidessimo di pensare solo a noi,per un momento cosa accadrebbe?

Se tornassimo alle nostre radici,la vita,i figli,la ricerca della pace a scapito del bombardamento mediatico fatto di queste cazzate sparate a mille decibel da lor signori,non staremmo meglio?
Si.
Come quel signore che si perse nella giungla del Vietnam,senza sapere che la guerra era finita da anni……
 
Annunci

ATTENTI I “BARBARI” SON TORNATI(COL PSICONANO)…..

Ha ragione il mio amico del bar che ogni mattina mi ripete:ci mancano i c….ni!!!

Ha ragione.Se siamo arrivati al punto di rivedere la stessa scena di un film,e cioe’ l’amore del Pdl e dei verdi leghisti,allora e’ colpa nostra.

E’ colpa di non aver fatto nulla per cacciarli,per disonorarli completamente e per trovare alternative a loro.

Quando il trota fotteva i nordisti con anche i loro soldi,avrebbero dovuto capire che le pulizie si fanno alla radice e la loro radice si chiamava Bossi.

Fatto da parte anche con i suoi problemi fisici(poveretto…),si penso’ che il rocchettaro Maroni avesse finalmente capito che circondarsi di pazzi idealisti e ladri,aggiungo io,sarebbe stato pericoloso.Volle farci credere e far credere alla Padania che non esiste,che lui,il Roberto verde,aveva capito e aveva intuito le esigenze della piazza.

Oggi sento invece che la Lega si allea con il psiconano e che per calcoli politici,si rituffa nell’orgia delle elezioni.

Ma allora mi chiedo,adesso mi aspetterei la ribellione del popolo leghista che aveva giurato e rigiurato di non voler piu’ correre col psiconano.

Attendo impaziente,easpetto la famosa discesa dei barbari,ma questa volta,contro i loro re che al grido di “evviva la Padaniaaaaaa”,possano rimettere le cose per il verso giusto.

Se cosi’ non fosse,allora i leghisti non esisterebbero piu’ e andremmo a contarli solo nelle poltrone di un parlamento,sempre piu’ come un film vintage.

padania1-219x3001

LETTERA A BOSSI,IL LU’MBARD!!!

Caro Bossi voglio dirti una cosa.
La lega,cosi’ omogenea e radicata nel suo territorio,fece scalpore per le sue idee,che radicate nella padania tua,le esportasti a Roma,facendo divenire grande un qualcosa di piccolo:la tua idea di nazionalismo federale.
Hai fallito,hai fatto o avete fatto dopo la magistratura ci dira’,un passo piu’ lungo della gamba e se adesso si scoprono le arguzie vili e furbe di alcuna gente,bene tu non ne sei immune.
No perche’ hai fatto i porci comodi tuoi in nome di un privilegio che non tutto il popolo italiano ti ha dato,certo le leggi sulle coalizioni e le maggioranze ti hanno aiutato,ma sappi caro Umberto che tu mi sei stato sempre sulle balle.
Si perche’ in un paese gia’ poco coeso tu hai marcato la linea di confine tra odio di essere italiano e fierezza di esserlo.
Tu e i tuoi amici siete stati l’intruso dentro un sistema,la politica,che avrebbe dovuto difenderci almeno sul piano dell’identita’ nazionale,dell’essere unica cosa anche se con pareri discordanti tra i partiti.
Ma l’Italia e’ e sara’ unica,caro Umberto,e tu invece hai fatto di tutto per spezzarla in due.
Poi ci hai mangiato dentro quel piatto che e’ servito ai tuoi uomini verdi di rubare e dare ai tuoi figli e amici cio’ che noi,comuni mortali,non possiamo avere.
Bossi adesso ti dico solo di sparire e come quei capi tribu’ con orgoglio quando venivano cacciati dall’uomo bianco con la pistola,fatti da parte in silenzio e forse capirai che e’ la cosa migliore.
Tra di voi solo Maroni ammiro,poiche’ ha capito forse il confine quando non lo si puo’ superare e che quindi lo si deve rispettare e molto anche.
Ciao Bossi,il lu’mbard!!!

GLI OMINI VERDI E QUELLO CHE AVREBBERO VOLUTO ESSERE.

Li facevo furbi,ostinati e sulla scia dei partiti rubatutto,anche perfino giustizieri.
Gli omini verdi,quelli della Padania,hanno fallito perche’ si sono resi uguali agli altri.
Puttanieri,amanti delle auto,affaristi per lavori personali.
Insomma la lega di Bossi,il ruttaiolo,non sara’ piu’ quella della dignita’ padana contro il marciume romano.
E’ anch’essa merda,nel senso piu’ duro e veritiero della parola.
Adesso a chi tocca?
Ma amici miei chi e’ rimasto a galla?
Casini,Bersani,Di Pietro….ma chi ci crede piu’.
Sono disgustato dal modo di cercare  di fottere i cittadini,che sudano,annaspano,si sacrificano invece di questi idioti da far fuori.
Il prossimo,chi sara’?