STRAGE IN AMERICA:DUE PESI E DUE MISURE DI DOLORE E DI PIANTO.

La strage in America e’ figlia della liberta’ di difesa,fatta di armi comprate facilmente e di odi da regolare velocemente,colpendo anche gli angeli innocenti.

Ma il perbenismo che aleggia in queste ore,deve fare i conti con l’anima americana,regolatrice di discordie con facili soluzioni belliche,con rappresaglie sbrigative  e di stragi di innocenti.

La violenza made in U.S.A. e’ anche quella che in queste ore non si ricorda,e’ anche quella dell’invasioni territoriali e di soprusi a danno della gente inerme.

Oggi si piangono i bambini,certo per carita’ di Dio io soffro essendo anche genitore,ma chi ha pianto mai una bomba sganciata per errore da un aereo americano su bambini afgani che giocavano a palla?

Due pesi e due misure,come se i bambini avessero due identita’ distinte e separate,fatta da una logica una di errore in fase di guerra e l’altra solo per la pazzia di un individuo.

Ecco perche’ le lacrime di Obama non mi fanno senso,perche’ lui,mr. President,deve sapere di avere morti sulla coscienza e debiti da pagare nella vita sua futura.

La strage di ieri fa rabbrividire certo,ma la gente sappia che l’America ha fatto danni anche con una logica di espansione militare che ha coinvolto bambini e donne,non figli dell’america che adesso piange e si commisera.

Annunci

STRAGE AMBIGUA E CON RIFERIMENTI STORICI AL PASSATO.

Diciamoci la verita’:ma un pazzoide locale non verrebbe preso subito nel giro di 24 ore?
Oppure avendo un identikit dalle videocamere non e’ facile con la tecnologia odierna trovare subito il sospettato e prelevarlo da casa?
Invece no.Invece la strategia terroristica del terrore simile a quella degli anni 70 e’ di nuovo alla ribalta degli opinionisti,dei giornali e delle tv nazionali e non.
Magari una strategia del terrore visto che la sinistra avanza,Hollande in Francia apre scenari nuovi e i movimenti avanzano inesorabilmente.
Quando le stragi di stato nel passato volevano incolpare i rossi,rei di essere forti politicamente e guastafeste in una nazione di destra,ci furono azioni eversive e morti incolpando loro e servendosi dei servizi deviati dello stato.
Molti pensano che oggi,la tragedia brindisina,riassuma un po’ cio’ che fu il clima del passato,colpendo giovani fanciulle in nome di un progetto destabilizzante per una Italia che verte a sinistra.
La mafia,come erroneamente e velocemente si e’ accusata,e’ fuori dal giro infernale dell’azione criminale,cosi’ come la sacra corona e la delinquenza locale.
Regolamento di conti?Ma di regola si va dritti alla persona,colpendolo con certezza.
E allora come dicono i magistrati la pista terrorismo sembra essere quella piu’ plausibile.Adesso manca il mandante e il motivo reale.
Forse rispetto al passato,lo stato pressato dai giovani e dalle associazioni,dovra’ spiegare con chiarezza se c’e’ un secondo stato che trama col sangue dei nostri figli.
Esagero?Ma non sarei l’unico.