IL PAPA,LUI RENZI E ALTRE COSINE.

2016-02-09-09.30.50.png.png

gianlucaralla©

Mi piace una cosa del ganzo Renzi e cioe’ quella della spregiudicatezza contro le lobby europee.
Difende l’onorato paese italiano dal gruppetto tedesco e alza la voce dicendo che noi,poveretti tra terremoto e profughi,dobbiam essere rispettati e pagare dazio meno.
Poi salta nei tour in giro nello stivale e ALT VOTATE SI …perche’ si cambia in meglio,si risparmia ,si va che e’ una meraviglia,si cacciano i vecchietti che vogliono scaldare ancora le poltrone ecc…
Insomma non ci si annoia e anzi,come ai bei tempi del Berlusconi,vi e’ ogni giorno pan da mordere per i cronisti.
Effetto Renzi qui,effetto Trump li,e intanto se si perde caro  Matteo si rischia una Brexit made in Italy se si andra’ a fare un referendum sponsor M5S per dirla in breve.
Poi si sa che l’italiano attende una retta decisione sul da farsi,ma purtroppo mancano i condottieri,quelli con la spada in mano a guidarci alla carica e dire che in fondo ci rappresenta.
Ma Salvini,detto da lui,il condottiero lo e’ gia’ ma solo per pochi.Il gran balzo intero nazionale non avverra’ perche’ siam campanilisti anche noi e il lumbard part time non ci inciucia(seppur abbia molti spunti interessanti…).
Quindi direte voi che accadra’?
Nulla vincera’ il NO, Renzi rimarra’ e poi elezioni piu’ in la giusto il tempo per rifare squadre e giocatori e ripresentarsi alle cabine per scegliere chi guidera’ questo paese strano.
Concludo con un pensiero per Francesco,si lui il Papa.
Caro Ciccio ma perche’ il perdono per chi provoca o ha l’aborto?
Ma perche’ no na tiratona di orecchie e un vaffanculo sentito ora pronobis?
Saluti alla prossima.

 

Annunci

VUOI VEDERE CHE LA PENSI COME TRUMP ANCHE TU?O IN PARTE….

EDEN
“Ma sai  perche’ ha vinto Trump”,mi dice l’amico mio?
“Perche’ sei tu,io e gli altri.”
Ma come,rispondo,l’uomo della destra che ha contro mezza America e che ha voglia di chiudersi nel suo nazionalismo egocentrico ?
Poi ci penso e credo che abbia ragione su dei punti.
Cosa vuol dire “essere nazionalista egocentrico”?
Vuol dire difendere il territorio dall’intrusione dello straniero,dell’immigrato e della lobby pro economia globalizzata?
Vuol dire esportare l’uso della forza la dove il terrore esporta il suo odio in America o in Europa?
Vuol dire guardare prima in casa ai propri problemi e poi fare assistenza a chi ti chiede aiuto?
Questo?
Molti in Italia,pur non ammettendolo,in Salvini vedono alcuni spunti simili a Trump.
Certo direte voi,vi puo’ essere una differenza marcata dal passato di destra del ciuffo platinato rispetto a un leghismo nato in Brianza ed esportato in tutta Italia.
Ma poi,alla fine,vuoi vedere che Trump rovina equilibri politici conclamati da tempo e rimette in discussione una logica,chiamiamola populista,che getta  radici protrettrici  verso una terra,l’America,che in passato ha dato molto agli altri dimenticandosi di se stessa?
Ma vuoi vedere che nel mettere ordine nelle scelte di apertura a tutti,Trump veda un errore che ha come nome oggi Terrorismo e che noi europei chiamiamo pietismo?
Vuoi vedere che l’uomo di strada,quello che chiude la porta sperando che un ladro non gli faccia visita o che,uscendo in strada si scocci dalla mano che chiede una elemosina dietro a un sorriso,la pensi come Mr. Trump?

 

SERMONE CRUISER

Quando ho sentito l’audio del sermone
img_3362

gianlucaralla©

di padre Cavalcoli,ho pensato all’Isis.
Cosa centra direte voi,vero ,ma il fanatismo ,seppur non violento come fine,e’ lo stesso degli uomini neri.
Si scredita un evento naturale,il terremoto appunto,incolpando le unioni civile e tutte quelle situazioni “anomale per la chiesa” ree di essere il giusto peccato da espletare ai danni di noi tutti.
Ma io che cosa centro,o meglio,pur essendo un cattolico non troppo praticante(in chiesa solo il sabato sera …)perche’ mai dovrei assorbire delle colpe non mie?
E perche’ mai,mio Signore Iddio,mi scateni un inferno sulla casa del buon cristiano,sposato e con prole regolarmente servizievole la domenica mattina in chiesa,perche’ mai?
Dovresti essere piu’ preciso,quasi come i missili russi o americani lanciati contro le postazioni nemiche da centinaia di chilometri lontani,come i droni che uccidono gli uomini neri,e solo quelli(a volte…).
No,Cavalcoli  fa di tutta un’erba un fascio,un mucchio da mettere giu’ assieme alle loro case per punirli delle colpe altrui.
Il Vaticano,reagisce e bene.
Cacciamolo via,dissociamoci da questa pratica ideologica del castigo divino totale e,anzi,non esercitiamo verso il fedele alibi per essere un “perfetto jiahdista cattolico a venire”.
Insomma una radicale pulizia alle intenzioni di questo parroco che facendo sermoni fuori luogo aizza pensieri sballati a persone che,seppur credenti in Iddio,dovrebbero essere capaci di filtrare le cazzate sentite.
Adesso tutto finito,la radio che si dissocia e continuera’,con padre Livio,a condannare il peccato dell’uomo per i prossimi giorni magari vedendo,speriamo,con piu’ lucidita’ e realta’ il vero motivo del dramma umano quotidiano.
Il sermone e’ stato servito,ma quanti hanno recepito il messaggio sbagliato?

 

UN PERCORSO DA RIPRENDERE

img_3299

gianlucaralla©

L’evento tragico e poi la solidarieta’.
Quella umana,vera,fatta di abbracci e mani che ti aiutano a ripartire nella tua vita.
Quella spirituale,che riscalda ma non aiuta materialmente.
Quella politica,di facciata,come a un funerale di un esponente politico che hai sempre  odiato ma a cui devi andare,per forza di cose.
Il terremoto,la terra che cede,case giu’ e zero.
Devi ripartire.Se sei giovane forse avrai un nuovo angolo di strada da percorrere e amare,una casa dove la tua famiglia vivra’ e avra’ futuro,sicuro.
L’anziano,la monaca al freddo,li nella piazza,chissa’ …
Il suo futuro lo aveva gia’ in mente,ripercorso cosi’ tante volte da leggerlo chiaro,nella mente.
E invece briciole,futuro da reinventare “ma no,voglio restare qui dove andare e perche’ mai,ora,a questa eta’?”
Due giorni fa io con gli amici,nel bosco a cercare castagne.
Ho cercato di allontanarmi dal gruppo per alcuni momenti della mattinata e sentire il vento,finalmente natura e basta.
Poi i monti attorno e l’inquietudine a pensarli cattivi,che scivolano giu’ a valle per colpa,si,del terremoto.
La natura e’ forza,crudele verita’ ma anche destino legato dove nasci e vivi.
Io uomo di citta’ di mare,qui due giorni fa a essere uomo nella terra dei monti,delle foglie degli alberi che si muovono e sibilano nelle tue orecchie un rumore,crescente che ti spiazza e fa paura.
La natura amica e crudele,quella che ci fara’ vivere nelle tendopoli,nelle case di legno e che annulla tutto cio’ che abbiamo costruito.
Nel silenzio del bosco,ecco,ero annullato anche io dal passato,solo in mezzo a una decisione,istantanea,degli eventi naturali che mi hanno spiazzato e reso vulnerabile per pochi attimi.
Eppure nel silenzio e nei colori del bosco,capisci che li puoi ricaricarti e ripartire,scansando per un attimo la routine quotidiana e renderti aperto al domani che non conosci.
Il terremoto e’ un evento drammatico,che fara’ ripartire in chi e’ stato colpito,un futuro non scelto ma segnato da un qualcosa di piu’ grande di noi.
Non scelto ma accettato,anche se si vuole rimanere lassu’ ad ascoltare il vento e vedere i boschi ancora per molto.